Young Platform

A cosa serve il KYC? La verifica dell’identità spiegata semplice

EC
Elisa Campaci

6 min

Cos’è, come funziona, a cosa serve il KYC?

Cos’è, come funziona, a cosa serve il KYC? La verifica dell’identità su Young Platform 

Mai sentito parlare di Know Your Customer? Letteralmente significa “conosci il tuo cliente” ed è un insieme di procedure che consente a Young Platform di conoscere in maniera approfondita i propri utenti e rispettare così gli obblighi di legge. Il Know Your Customer, a cui ci si riferisce spesso con la sigla KYC, non è altro che un processo di identificazione e adeguata verifica usato da banche, intermediari finanziari o exchange di criptovalute per certificare che gli utenti che si registrano siano persone fisiche e non. In seguito a questo processo è anche possibile individuare comportamenti anomali ed evitare quindi potenziali attività illecite come il riciclaggio di denaro o il finanziamento del terrorismo. Il KYC si svolge compilando un questionario direttamente in app e inserendo alcune informazioni quali indirizzo di residenza, codice fiscale e documento di identità. I tuoi dati sono protetti secondo l’Informativa sul trattamento e protezione dei dati personali.  

Le procedure del KYC devono essere effettuate per obbligo di legge (secondo quanto previsto dal decreto legislativo 231/2007 e s.m.i.) e sono obbligatorie nei servizi legati alla finanza digitale, centralizzata o meno. Siamo qui a spiegarti come funziona il KYC su Young Platform, come si fa e perché è così importante!

A cosa serve il KYC su Young Platform? 

La Verifica dell’identità è indispensabile per attivare il tuo profilo Young Platform e cominciare a usare tutti i servizi dell’exchange, dalla compravendita di crypto all’Earning Wallet. Con la procedura della Verifica dell’identità Young Platform garantisce a te e a tutti i suoi utenti un’esperienza sicura e conforme a tutte le normative nazionali. Con la Verifica dell’identità proteggi te stess* e l’azienda da tentativi di frodi online e di riciclaggio di denaro. Il KYC è lo strumento più efficace che hanno gli exchange di criptovalute e gli istituti finanziari per difendere i loro utenti dai crimini finanziari.

La verifica l’identità su Young Platform: 5 passi in 5 minuti

Concretamente il KYC su Young Platform consiste in un semplice inserimento di dati. Nel corso della procedura ti verrà chiesto di comunicare e confermare:

  • il tuo indirizzo di residenza;
  • l’indirizzo di domicilio;
  • la data di nascita e la nazionalità;
  • l’origine dei fondi che intendi utilizzare su Young Platform;
  • di verificare il tuo documento

Puoi leggere nel dettaglio la nostra informativa cliccando qui. 

La Verifica dell’identità è rapida e svolta grazie al software di Onfido, un’azienda leader mondiale nella gestione della verifica dell’identità basata sull’intelligenza artificiale. 

La Verifica dell’identità si svolge sull’app di Young Platform (o sulla piattaforma web) nella sezione Utente > Account > Livelli Account > Livello 1

Tieni a portata di mano un documento (carta di identità, passaporto o patente) e la fotocamera del tuo cellulare. Ora segui questi 5 passaggi per completare la Verifica in 5 minuti

1. Inserisci il tuo nome e cognome

Inserisci il tuo nome e cognome così come riportati sul tuo documento di identità. Se hai un doppio nome o un doppio cognome, inseriscili entrambi. I tuoi dati personali devono essere completi! In fase di verifica è importante che il tuo nome e cognome coincidano con la foto del documento che ti sarà richiesto di inviare.

2. Inserisci i dati del tuo documento 

Puoi utilizzare come documento la carta d’identità, il passaporto o la patente. Assicurati che il documento sia in corso di validità e che non sia danneggiato o scolorito. 

3. Seleziona lo scopo per cui intendi usare Young Platform

4. Fotografa il tuo documento

Carica uno scatto per il fronte e uno per il retro del tuo documento. La fotografia deve catturare l’intero documento, occhio a non tagliare i bordi! Gli scatti devono essere a colori, nitidi e a fuoco. Per una foto impeccabile, scegli un ambiente ben illuminato. 

5. Scatta un selfie

È il tuo turno di posare dietro la fotocamera. Scatta un selfie del tuo volto mantenendo la mano ferma, e non indossare accessori. Via occhiali, cappelli e tutto ciò che può nascondere il tuo viso. 

Non riesci a completare la Verifica dell’identità? Gli errori più comuni 

Dopo aver seguito questi 5 passaggi, la tua procedura verrà finalizzata automaticamente in circa 5 minuti. Se ci dovesse mettere più del previsto, è perché il sistema Onfido non riesce ad associare il tuo selfie alla foto del tuo documento o perché alcuni dati sono illeggibili. Non preoccuparti, sono in corso controlli manuali che richiedono da due a cinque giorni lavorativi. Presto potrai utilizzare il tuo account. 

Se la procedura non va a buon fine nemmeno con la verifica manuale, riceverai una mail di avviso con indicata una di queste motivazioni. Vediamo nel dettaglio quali sono gli errori in cui potresti esserti imbattuto:

  1. Utente già registrato con un altro account: in questo caso il nome che hai indicato nella procedura risulta già registrato. Su Young Platform ogni persona può registrarsi solamente una volta. 
  2. Si prega di utilizzare un altro documento: il documento che hai scelto è scaduto o non valido. 
  3. La foto del documento non è valida: la fotografia dei tuoi documenti è di scarsa qualità. Riprova seguendo i piccoli accorgimenti spiegati sopra!
  4. La foto del volto non è valida: il tuo viso non si vede chiaramente dal selfie che hai scattato o non è possibile associarlo alla fotografia di riconoscimento del documento che hai caricato. 

Info aggiuntive: chi sono le persone politicamente esposte?

Durante il processo di raccolta dati ti verrà chiesto di indicare se sei o hai stretti legami con una persona politicamente esposta (PEP). Fanno parte di questa categoria tutte quelle persone che occupano cariche pubbliche o che hanno cessato di occuparle da meno di un anno. Si parla quindi non solo di deputati, senatori o membri di partiti politici, ma anche di altre categorie per i quali potrai trovare l’elenco completo cliccando su questo link. Sei tenut* a segnalare anche se sei un familiare di una persona politicamente esposta, ovvero un genitore, un coniuge o se intrattieni legami stretti. 

Perché questa informazione è importante? Anche in questo caso è la legge a parlare! Specificare se si è una persona politicamente esposta è una forma di tutela aggiuntiva sempre nell’ottica di esposizione a crimini finanziari o rischi legati al riciclaggio di denaro. Se dichiari di essere una PEP o un familiare di una PEP, il nostro team ti contatterà per i dettagli. 

Ora che sai che cos’è, come funziona e a cosa serve il KYC su Young Platform, potresti chiederti: è sicuro condividere i miei documenti online? 

La risposta è: sì, se lo fai in maniera consapevole. Prima di diffondere i tuoi dati su qualsiasi piattaforma o servizio online, indaga sulla sua affidabilità. Un primo indizio di serietà e di sicurezza è la presenza di documenti legali che mostrano le procedure adottate per il KYC e quelle per il trattamento dei dati personali. Qui puoi trovare la documentazione legale relativa a Young Platform. 

I dati che condividi con Young Platform sono gestiti secondo l’Informativa sul trattamento e protezione dei dati personali, tieni presente che lo scopo della procedura della Verifica dell’identità, secondo i regolamenti (UE) 2016/979 e (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio e della relativa normativa nazionale, è considerato di interesse pubblico.

Altri Articoli

Prezzo Bitcoin: perché è salito? Anche Ethereum al rialzo
Mercato NFT di Novembre: scendono i prezzi ma si continua a comprare
Fantom crypto: il prezzo sale del 40% grazie a Andre Cronje

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store