News

Prossimo Halving Bitcoin nel 2024: le cose da sapere in questa guida

FI
Filippo Iachello

5 min

Prossimo halving Bitcoin nel 2024: tutte le cose da sapere

Guida al prossimo halving di Bitcoin del 2024: quando ci sarà precisamente e quali conseguenze avrà?

Il prossimo halving di Bitcoin è in dirittura d’arrivo. Il 2024 sarà l’anno in cui la criptovaluta più famosa al mondo finirà nuovamente sotto i riflettori (più del solito) e l’attenzione del mercato si concentrerà tutta su questa operazione.

Ma perché l’halving di Bitcoin è un evento tanto atteso e quali sono in genere le sue conseguenze, soprattutto sul prezzo del BTC? Ecco una guida per arrivare preparati all’evento più atteso del mercato.

Prossimo halving Bitcoin: quando ci sarà?

La prima informazione utile da tenere a mente è di natura temporale. Quando potremmo aspettarci la tanto attesa operazione di “dimezzamento”?

La primavera 2024 sarà il momento in cui il prossimo halving di Bitcoin vedrà la luce. Più nello specifico, il processo dovrebbe svolgersi tra Marzo e Maggio 2024, in corrispondenza del blocco n° 210.000 rispetto all’halving precedente, quindi al n° 840.000.

Come calcolare la data esatta

Per calcolare quando avverrà il prossimo halving di Bitcoin è necessario moltiplicare il numero dei blocchi che devono essere validati da un halving all’altro (210.000) per il tempo necessario a farlo, che è in media di 10 minuti. Dopodiché bisogna dividere il numero che si ottiene per 60, ovvero il numero di minuti da cui è composta un ora. Facendo questo rapido calcolo si scopre che passano circa 35.000 ore da un halving all’altro, più o meno 1458 giorni ovvero un po’ di più di quattro anni. Per conoscere la data esatta del prossimo halving del 2024, bisogna osservare a che numero di blocco siamo giorno per giorno. 

Questi “dimezzamenti” non saranno infiniti, cesseranno quando verrà emessa la max supply (la fornitura massima) di Bitcoin, che ammonta a 21 di milioni BTC, presumibilmente intorno all’anno 2140. Ciò significa che la criptovaluta dovrà ancora affrontare circa 30 halving in 117 anni.

A cosa serve l’halving?

L’halving è il meccanismo interno al sistema di Bitcoin che regola la progressiva diminuzione delle ricompense elargite ai miner che validano i blocchi. Serve a ridurre le crypto in circolazione per mantenere la scarsità. Questo perché ogni volta che i miner validano un blocco ricevono una quota di BTC. L’halving è un elemento della tokenomics della crypto fin dalla sua creazione ed è gestito da un algoritmo. 

Cosa cambia per chi possiede BTC?

L’halving di Bitcoin è un evento che gli utenti potrebbero addirittura non notare in quanto non altera in alcun modo lo stato della blockchain. Solamente i miner se ne accorgono, ma nonostante questo tutti i crypto enthusiast aspettano questo momento con trepidazione. Nel momento in cui viene validato l’ultimo dei 210.000 blocchi, l’emissione di BTC si dimezza

Quante saranno le ricompense dopo l’halving del 2024?

Un’altra informazione fondamentale sull’halving ha a che fare con le emissioni di BTC nel tempo. I miner, nel momento in cui Bitcoin è stato creato (Gennaio 2009), ricevevano 50 BTC per ogni blocco validato. Il primo halving è avvenuto nel 2012 ed ha dimezzato le ricompense che sono diventate di 25 BTC. Il processo si è poi ripetuto nel 2016 e nel 2020 quando le ricompense per blocco sono diventate di 6,25 Bitcoin. In occasione del prossimo halving del 2024 queste diventeranno di 3,125 BTC.

Sull’exchange italiano Young Platform puoi seguire in tempo reale il prezzo di Bitcoin e monitorare l’impatto del prossimo halving.

Controlla il prezzo ora

Quali conseguenze per il prezzo di Bitcoin?

Nel momento in cui si dimezzano le emissioni, BTC diventa sempre più scarso e ciò indirettamente ha un impatto sul valore. Nei mesi successivi al Bitcoin halving del 2012 il prezzo è aumentato quasi del 12.000%, mentre dopo quello del 2020 circa del 300%. Ovviamente l’halving non è l’unica causa di questi incredibili rally rialzisti del passato, ma in genere il prezzo ha sempre risposto positivamente a questo evento ricorrente. I dati storici a disposizione fanno presupporre un aumento del valore in quest’occasione.

L’halving agisce anche sul tasso di inflazione di BTC. Nel 2011, per esempio, la crypto era soggetta ad una inflazione annua del 50%. Nel 2012 questa è diventata del 12%, mentre ad oggi si attesta attorno all’1,77%. Ci si chiede a questo punto, dove arriverà dopo il prossimo halving.


Nonostante quest’ultimo sia un evento automatico, esso influenza fortemente l’ecosistema di Bitcoin e anche tutto il mondo crypto. A mesi di distanza dall’attesa operazione, ci troviamo ancora intrappolati nelle grinfie di questo bear market che sembra infinito, nonostante le previsioni di alcuni esperti parlino di una fase bull già riniziata. L’euforia che crescerà con l’avvicinarsi del prossimo halving di Bitcoin del 2024 aiuterà il mercato crypto a risollevare la testa?

Sei sul blog di Young Platform, la piattaforma italiana per comprare criptovalute. Qui puoi trovare le ultime novità su blockchain, Bitcoin e Web3. Raccontiamo da vicino questa economia emergente con un occhio alla finanza tradizionale, così hai tutto quello che ti serve per entrare nella nuova era del denaro. Rimani aggiornato con noi sul prossimo halving di Bitcoin!

Altri Articoli

Prezzo petrolio: le previsioni 2024 degli esperti
Carte Pokemon rare: la classifica e il prezzo
Monete rare: quali sono e dove vendere quelle da 1 e 2 euro?

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store