News

Young Market: il mercato crypto dopo la crisi di FTX

FI
Filippo Iachello

3 min

Prezzo Bitcoin: migliore Gennaio da 10 anni

Cosa è successo al prezzo di Bitcoin ed Ethereum dopo il  crollo dell’exchange FTX? L’analisi del mercato crypto delle ultime ore

Quest’ultima settimana non è stata una delle migliori per il mercato crypto. A causa degli ultimi eventi che hanno portato alla crisi dell’exchange FTX e della società di trading Alameda Research, le criptovalute hanno registrato notevoli abbassamenti di prezzo. Anche se la coin che ha subito di più gli effetti di questo crollo è Solana (SOL), la reazione del prezzo di Bitcoin e di Ethereum è stata coerente con la situazione. Oggi il prezzo di BTC è 16.900$ e quello di ETH è 1.260$.

Tutto è iniziato nella giornata di Domenica 6 Novembre 2022, quando il CEO di Binance, Champeng Zhao, ha comunicato attraverso un tweet, che avrebbe venduto tutti i token di FTX (FTT) posseduti da Binance a causa della presunta insolvenza dell’exchange di Sam Bankman-Fried. Ad oggi FTX ha dichiarato bancarotta.

Un’altra prospettiva da cui guardare l’andamento del prezzo di BTC e di ETH in questa settimana è il dato sull’inflazione statunitense. 

Il prezzo di Bitcoin tra FTX e CPI

Il prezzo di Bitcoin ad inizio settimana si trovava nella zona alta del range nel quale si muove ormai da mesi, intorno al livello dei 21.000$. Con le prime notizie sulla questione tra Binance e FTX il prezzo di BTC ha disegnato una schiera di candele rosse sul grafico. Giovedì 10 Novembre il prezzo di BTC si è attestato, intorno ai 16.600 dollari, con un movimento di circa  -20% in soli 4 giorni

Ma c’è dell’altro! Nel pomeriggio di Giovedì la FED (la banca centrale degli Stati Uniti d’America) ha pubblicato i dati del CPI americano, il principale indicatore economico utilizzato per monitorare il tasso d’inflazione di un paese. L’atteso CPI del 8%, in realtà si è dimostrato un 7,7%. Un CPI migliore delle aspettative ha consentito ai mercati di respirare per un attimo e recuperare un po’ di terreno perso nelle ore precedenti. Dal minimo di 16.600$, BTC è rimbalzato fino a toccare i 18.000$ per poi stabilizzarsi intorno al livello dei 17.500$. Il futuro della situazione FTX è ancora incerto, in caso di altre notizie bearish il prossimo target a ribasso per il prezzo Bitcoin è 12.500 dollari, l’82% in meno del valore rispetto ai massimi.

Il prezzo di Ethereum soffre più di quello di Bitcoin

Come per Bitcoin,  il prezzo e il grafico settimanale di Ethereum non hanno portato buone notizie. Non solo, il prezzo di ETH è sceso del 10% in più rispetto a quello di Bitcoin e del 24% in più rispetto al dollaro, toccando, nel momento di massima estensione, il minimo a 1.071$. Cifra che segna un -32% rispetto alla scorsa settimana. Con i dati sull’inflazione, il prezzo di Ethereum si è leggermente ripreso riuscendo a recuperare il livello dei 1.200$. 


I dati della FED sull’inflazione americana non hanno dato qualche speranza solo al mercato crypto.  Il mercato azionario infatti ha ottenuto performance da bull market. Apple per esempio ha registrato un +12% e Amazon un +10%. Senza il crollo di FTX il mercato crypto avrebbe sfruttato a pieno questi dati positivi?

Altri Articoli

Prezzo Bitcoin: migliore Gennaio da 10 anni
NFT: novità e dati del mercato di Gennaio
Fantom crypto: il prezzo fa +40% e il progetto si aggiorna

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store