News

I fan token spiegati: cosa sono e a cosa servono?

EC
Elisa Campaci

5 min

Fan token: cosa sono e come funzionano?

I fan token sono delle criptovalute nate per avvicinare squadre sportive o artisti ai loro sostenitori e per offrire vantaggi esclusivi 

I fan token negli ultimi anni hanno catapultato nel mondo crypto tantissimi nuovi utenti, nello specifico tifosi di squadre sportive o fan di gruppi musicali. Al momento infatti questi vengono utilizzati principalmente nel campo dello sport e della musica, ma potenzialmente possono essere sfruttati da qualsiasi realtà che prevede l’interazione tra un brand e una fan base. Spesso ci si riferisce ai token non sportivi anche con il termine “social token”. In questo articolo per spiegare cosa sono, come funzionano e a che cosa servono, utilizzeremo l’esempio dei fan token più popolari, ovvero quelli calcistici su Socios. Tra questi ci sono anche i principali fan token del campionato italiano!

Cosa sono i fan token e come funzionano?

I fan token sono una tipologia di criptovalute, quindi in sostanza sono monete digitali crittografate costruite su una blockchain. Questi garantiscono a chi li possiede, l’accesso a una serie di vantaggi o esperienze legate alla squadra sportiva che li emette. Il meccanismo di funzionamento dei fan token è semplice: un tifoso li acquista e la squadra garantisce premi come merchandise, biglietti per partite, esperienze con i giocatori, la possibilità di votare certe decisioni sulla squadra. I fan token sono nati proprio con l’intento di migliorare e vivacizzare il rapporto tra i fan e le loro squadre del cuore

Ma allora sono criptovalute come Bitcoin? Dal punto di vista tecnico, i fan token vengono creati su blockchain già esistenti e utilizzano standard elaborati da terzi. Ad esempio se si basano su Ethereum, lo standard di riferimento è l’ERC20. Bitcoin al contrario funziona su una sua blockchain nativa. Proprio per questo sono “token” e non “coin” come nel caso di Bitcoin. Tuttavia i fan token condividono con Bitcoin la caratteristica della fungibilità. In altre parole, essi non sono unici tra loro ma sono interscambiabili (è proprio il caso di dirlo “uno vale l’altro”). La fungibilità a sua volta li differenzia dagli NFT, che sono per acronimo “token non fungibili”. I fan token per questo non vengono utilizzati per il collezionismo

I fan token sono utility token?

I token nel settore crypto generalmente si classificano in utility e security token. Gli utility token hanno un’utilità ben precisa all’interno dell’ecosistema che li ha emessi. Ad esempio UNI è l’utility token dell’exchange decentralizzato Uniswap, che viene utilizzato per partecipare alla governance del progetto. I security token invece sono token che promettono un profitto futuro a chi li detiene. In che categoria si inseriscono i fan token?

Secondo il team di Chiliz, che ha effettivamente lanciato i primi token del genere sulla piattaforma Socios, essi non sono né utility token né security token. I fan token costituiscono una “terza” e nuova con specifiche caratteristiche, emersa dalla necessità di unire i fan e le squadre con gli strumenti del Web3

Dove comprarli

I fan token si possono acquistare dalle piattaforme che li emettono, come ad esempio Socios sulla blockchain di Chiliz. Per comprare fan token su Socios è necessario iscriversi e comprare $CHZ, in cambio di questa crypto poi potrai ottenere i fan token della tua squadra. I fan token si comprano come qualsiasi altra criptovaluta. Una volta completato l’acquisto, troverai i fan token direttamente nel tuo wallet. In alcuni casi i fan token sono listati in exchange crypto. 

Cosa puoi fare con i fan token?

I fan token sono nati per aumentare la partecipazione dei fan alle vicende della loro squadra. Con essi i club calcistici possono offrire un coinvolgimento diretto, rendendo il rapporto con i tifosi reciproco. 

Perché questa esigenza di avvicinare i tifosi? Come afferma Alexandre Dreyfus, CEO di Chiliz e Socios, il 99,9% dei tifosi non va nemmeno allo stadio. Le squadre quindi hanno bisogno di canali per interagire con tutta la tifoseria, non solo quella che si può recare fisicamente a vedere le partite.

Nel concreto a cosa servono i fan token? Vediamo qualche esempio. Gli holder possono scegliere come addobbare lo spogliatoio della squadra con frasi motivazionali, o il motto sulla fascia da capitano (come nel caso dell’F.C. Barcellona). Oppure decidere la canzone con cui celebrare ricorrenze o la grafica delle divise (nel caso dell’Inter). I tifosi del Napoli in questi giorni stanno votando il nuovo nome del campo d’allenamento della squadra.

Mentre i proprietari del fan token dell’Udinese, si preparano a riscattare la loro cena di Natale. 

I fan token sono acquistati principalmente dai tifosi, d’altro canto come tutte le altre criptovalute, possono essere utilizzati dai trader per operazioni di compravendita. Il mercato dei fan token si è dimostrato molto legato all’andamento delle partite come è emerso nel caso dei Mondiali di calcio 2022 e dei fan token delle nazionali

Ora che sappiamo cosa sono, come funzionano e a cosa servono i fan token, ci si potrebbe chiedere quale sia il loro vero valore all’interno del panorama crypto, ma anche in quello sportivo. La loro rilevanza dipende dall’importanza che si dà alla tifoseria. Se una squadra vede i propri tifosi solamente come persone che vanno a vedere le partite, i fan token non sembrano così interessanti. Quando invece i fan sono la linfa vitale di tutto il club calcistico, i fan token sono uno strumento per costruire relazioni e condividere l’entusiasmo sportivo. 

Altri Articoli

“Crypto: nuovi aspetti fiscali per il 2023” parte 2!
Prezzo Bitcoin: migliore Gennaio da 10 anni
NFT: novità e dati del mercato di Gennaio

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store