News

Cos’è la scalabilità? La sfida n°1 della blockchain spiegata

EC
Elisa Campaci

4 min

Cos’è la scalabilità? Il significato spiegato nel settore blockchain

Cos’è la scalabilità? Qual è il suo significato per la blockchain? Ecco perché tenere gli occhi puntati sui progetti dedicati 

Capire cos’è la scalabilità e qual è il suo significato per la blockchain è un passo fondamentale per addentrarsi nelle dinamiche di questa industria. Essa infatti non è solo una delle tante caratteristiche che una rete decentralizzata ambisce ad avere, è la sfida principale. Essere scalabili consente alla blockchain di essere sempre più competitiva e plasmare il suo ruolo nel futuro della finanza e dei pagamenti. Ma partiamo dall’originario significato di scalabilità e vediamo cos’è secondo i paradigmi dell’informatica. 

Cos’è la scalabilità? Il significato spiegato

Per spiegare cos’è la scalabilità e il suo significato, partiamo dalla sua definizione informatica. Il termine indica la potenzialità di crescita di un sistema che sia un software o un’applicazione. In altre parole un sistema si dice scalabile quando può espandersi e adattarsi a esigenze future senza dover subire delle modifiche strutturali. 

Ad esempio un software scalabile può essere eseguito su computer di potenza diversa senza difficoltà. Ma nella maggior parte dei casi il significato di scalabilità è la capacità di far fronte a un numero sempre più alto di utenti o interazioni. Nel settore blockchain infatti questo è un sinonimo di velocità e costi ridotti delle transazioni usate per trasferire valore tra gli utenti. 

Queste transazioni già ora non sono poche, il mercato si muove ogni giorno di più. Al momento della scrittura il market cap dell’intero mercato delle criptovalute è di 1.03 trilioni di dollari. Nel 2018 era di circa 280 milioni. 

Controlla i prezzi delle criptovalute!

Perché è fondamentale che una blockchain sia scalabile?

Come abbiamo visto spiegando cos’è la scalabilità in termini generali, per la blockchain equivale a saper gestire rapidamente e a un costo sostenibile, un numero elevato di transazioni. Così come elaborare tutte le informazioni che vengono inscritte.

Concretamente per le reti decentralizzate il significato di scalabilità è quello di una vera e grande sfida. La blockchain, come tecnologia in senso ampio ma anche i singoli network, mira ad essere scalabile innanzitutto per competere con la velocità di elaborazione dei sistemi di pagamento tradizionali (ad esempio Bitcoin elabora una decina di transazioni al secondo contro le 42.000 di VISA). Ma soprattutto per affrontare il flusso crescente di utenti che si prevede invaderà il mondo crypto nei prossimi anni quando l’adozione delle criptovalute sarà sempre più capillare. È quindi necessario che le applicazioni, le famose dapp, siano sempre utilizzabili e istantanee. 

Per capire meglio il quadro, soprattutto con riferimento alla blockchain, non si può non citare il Trilemma della Scalabilità. Secondo questo concetto, elaborato dal fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, una rete non può essere allo stesso tempo decentralizzata, sicura e scalabile. Le blockchain insomma devono scendere a compromessi e privilegiare solo due dei tre pilastri. Tuttavia il Trilemma non è una legge impressa su pietra. Sono numerosissimi i progetti che stanno lavorando alle soluzioni di scalabilità.

Uno dei protocolli che cerca di portare la blockchain su un altro livello è Arbitrum. Questo sfrutta la tecnologia dei rollup per riunire più transazioni off chain e registrarle una sola volta sulla rete di Ethereum, snellendo l’intero processo. 

Nel suo ultimo post datato 9 giugno 2023, Buterin spiega che è proprio questa la soluzione definitiva per la scalabilità di Ethereum. Arbitrum quindi è al centro dei giochi.

Vai a Arbitrum!

Soluzioni di scalabilità per la blockchain

Visto cos’è la scalabilità, il significato del termine e gli obiettivi della blockchain in questo senso, ci si potrebbe chiedere “quali sono allora le soluzioni”? Esistono diverse realtà che cercano di migliorarla. Per Bitcoin possiamo citare il Lighting Network che punta a pagamenti quasi istantanei. Mentre per l’ecosistema di Ethereum il panorama è più variegato. Esistono Layer 2, dei protocolli che si appoggiano alle blockchain madre in supporto,come le sidechain o i rollup sia optimistic, come nel caso di Arbitrum, che zero-knowledge. Le blockchain possono anche attuare dei miglioramenti interni come modifiche al meccanismo di consenso.

Dunque cos’è la scalabilità, il suo vero significato, se non il punto di svolta del mondo crypto? Il tassello capace di far esplodere questa tecnologia? Dal momento che si tratta della sfida principale per il futuro della blockchain, è naturale tenere gli occhi puntati su tutti i progetti che fanno passi avanti nel campo

Sei sul blog di Young Platform, la piattaforma italiana per comprare criptovalute. Qui puoi trovare le ultime novità su blockchain, Bitcoin e Web3. Raccontiamo da vicino questa economia emergente con un occhio alla finanza tradizionale, così hai tutto quello che ti serve per entrare nella nuova era del denaro. 

Altri Articoli

ETF spot Bitcoin: approvati ad Hong Kong
Trading View e Young Platform: il rinnovo della partnership
Uniswap verrà indagato dalla SEC?

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store