News

Young Market: i tassi d’interesse ingabbiano Bitcoin e Ethereum

EC
Elisa Campaci

4 min

Il prezzo di Bitcoin e Ethereum dopo l’aumento dei tassi della FED

Il prezzo di Bitcoin e Ethereum ritorna nel range per un nuovo aumento dei tassi di interesse da parte della FED. Ma le altcoin sorprendono!

Dov’è finito l’entusiasmo del mercato crypto della scorsa settimana? Forse la FED ne sa qualcosa! La Federal Reserve alzando ulteriormente i tassi d’interesse ha gettato sconforto nei mercati, così il prezzo di Bitcoin e Ethereum non ha preso il volo. BTC tuttavia sta lottando per mantenersi a 20.000$ e le altcoin ci regalano delle sorprese. Occhi puntati su UNI e Dogecoin! 

Il prezzo di Bitcoin dopo l’aumento dei tassi della FED

Dopo lo sprint verso l’alto della settimana scorsa fino a superare i 21.000$, in questi giorni BTC si è dovuto arrendere a condizioni macro-economiche sfavorevoli. La FED infatti ha nuovamente alzato i tassi d’interesse e questa politica aggressiva non piace ai mercati. Vediamo sul grafico di Bitcoin questa reazione.

Grafico prezzo Bitcoin 03/11/2022

Dal massimo di 21.800$ il prezzo di BTC ha cominciato a segnare massimi decrescenti e minimi costanti, formando una zona di consolidamento sul prezzo di 20.300$. Ancora una volta Bitcoin sta lottando per mantenersi sopra i 20.000$.  Se il prezzo dovesse rompere al ribasso, sarebbe probabile un ranging nella zona compresa tra i 20.300$ e i 19.000$, forse anche i 18.000$ in massima estensione.

Sul grafico di BTC a 15 minuti del 3 Novembre 2022, si vede in modo chiaro l’entità del movimento del prezzo, che ha segnato un’escursione pari al 3,6%, prima con un movimento importante verso l’alto, poi con un violento spike ribassista.

Grafico prezzo Bitcoin 03/11/2022

Le notizie sugli aumenti dei tassi d’interesse non sono le uniche ad avere il potere di muovere Bitcoin. I miner, fondamentale parte della community di Bitcoin, stanno affrontando i rincari dell’energia necessaria all’estrazione di BTC. Considerato questo calo del profitto del mining, nuovi attori potrebbero essere incentivati ad entrare sul mercato. Ma chi potrebbe permettersi un investimento con bassi margini di profitto sul breve termine? A questo proposito circolano voci sull’ingresso nel mining di Bitcoin dei big player del settore petrolifero

Ethereum segue a fatica quello di Bitcoin

Il prezzo di Ether, al contrario di Bitcoin, in questi giorni non ha subito movimenti significativi. Rispetto alla settimana scorsa, Ether oggi si trova dietro a Bitcoin, insomma se BTC lotta per mantenere il proprio livello, ETH segue con fatica. Il recente movimento rialzista culminato il 29 Ottobre al prezzo di 1.664$ sembra ora aver perso slancio ed è stato parzialmente riassorbito.

Il movimento ribassista rispetto al massimo ha registrato -8% ma eventuali ulteriori downside, forse fino ai 1.380$, non sono da escludere qualora il mercato crypto dovesse subire ulteriori contrazioni. 

C’è chi è speranzoso di fronte alla recente instabilità del prezzo di ETH, alcuni trader infatti fanno notare che Ethereum sta completando il famoso pattern noto come il “manico di tazza”, che in passato ha segnato rialzi anche superiori al 50%. 

Grafico prezzo Ethereum 03/11/2022

Fortunatamente non tutte le criptovalute sono bloccate, questa settimana nel mercato crypto spiccano UNI e DOGE! UNI, il token di Uniswap, ad Ottobre ha superato il rendimento di BTC, con una salita del +16%. D’altro canto il prezzo di Dogecoin è stato sostenuto da Elon Musk e le sue vicende con Twitter. 

Altri Articoli

NFT: novità e dati del mercato di Gennaio
Fantom crypto: il prezzo fa +40% e il progetto si aggiorna
Tokelau: i domini gratis tk sono i più utilizzati al mondo

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store