News

Young Market: doppietta per Ripple (XRP) che registra un +50% dall’inizio del mese

FI
Filippo Iachello

3 min

Prezzo Ripple (XRP) è inarrestabile: +50% in due settimane!

Ripple non si ferma più, un altro + 20% dopo quello della scorsa settimana! 

Negli ultimi giorni di marzo la crypto XRP sembra inarrestabile. In un periodo nel quale la maggior parte delle altcoin si muove poco, Ripple ha “portato a casa” un altro +20%. Dal 21 del mese il prezzo di XRP è salito quasi del 60%. Come mai Ripple (XRP) sta esplodendo a rialzo? 

Il prezzo di Ripple aumenta di nuovo del 20%

Il prezzo di Ripple (XRP) nella giornata di martedì ha toccato i 0,58$ e si è riportato in una zona del grafico che non occupava da settembre del 2022. Dopo il forte impulso a rialzo della scorsa settimana iniziato con la rottura della resistenza degli 0,30$, Ripple non si è più fermata. Negli ultimi giorni ha macinato chilometri sul grafico e dall’area degli 0,44$ è arrivata fino a quella degli 0,58$.

Grafico prezzo Ripple 31/03/2023

Nel punto di massima estensione, il valore di Ripple (XRP) è quasi raddoppiato da inizio mese. Oggi troviamo la crypto alle prese con la zona degli 0,54$, area in cui si è fatta sentire l’offerta (pressione di vendita) e nella quale si è formata una resistenza. Se questo livello di prezzo venisse rotto al rialzo Ripple potrebbe puntare al territorio del grafico successivo, quello degli 0,65$. Nel caso in cui XRP venisse respinta, il primo supporto si trova attorno agli 0,50$.

Cosa succederà dopo la sentenza della SEC?

Il vigoroso rally rialzista di XRP potrebbe essere legato alle ultime indagini degli enti governativi statunitensi nei confronti delle aziende crypto. La scorsa settimana c’è stata una prima svolta sul caso tra Ripple e la SEC (Securities and Exchange Commission) mentre negli ultimi giorni è toccato a Binance. L’exchange è stato messo alle strette dalla CFTC (Commodity Futures Trading Commission), che lo ha accusato per aver presumibilmente violato alcune norme sul trading di derivati e sull’antiriciclaggio. 

La CFTC in passato aveva classificato varie altcoin, tra cui XRP, come commodity e non come titoli. In questi giorni l’agenzia federale sembra sempre più convinta che le crypto non siano titoli ma “materie prime”, questo andrebbe a vantaggio di Ripple perché la SEC sta cercando di dimostrare proprio il contrario.
Nel frattempo c’è chi prevede già come si muoverà il prezzo di XRP. Ben McMillan ad esempio, il fondatore della società di investimenti IDX Digital Assets, ha dichiarato che “un esito favorevole per Ripple nella causa contro la SEC potrebbe far crescere il prezzo di XRP anche del 100%”.

Altri Articoli

Interesse composto: cos’è e come si calcola?
Inflazione USA: il dato del CPI di oggi
Coppia al PC

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store