News

The Merge visto dagli artisti NFT, fan art da Beeple a Vanity Blocks

FI
Filippo Iachello

5 min

The Merge: gli NFT dedicati a Ethereum 2.0

Beeple e altri artisti digitali celebrano The Merge, scopri gli NFT nati in onore dell’aggiornamento di Ethereum!

The Merge è finalmente stato attivato e il mondo Web3 ha deciso di celebrarlo. Non potevano mancare opere d’arte digitale e NFT dedicati a Ethereum 2.0! L’attivazione di The Merge è ufficialmente avvenuta Giovedì 15 Settembre alle 06:42:42 UTC, attivato a partire dal blocco numero 15537393. L’aggiornamento ha sancito il definitivo passaggio di Ethereum all’algoritmo di consenso Proof-Of-Stake. Data l’importanza dell’avvenimento, in molti si sono chiesti come celebrare The Merge in modo indelebile sulla blockchain. Insomma, The Merge con i suoi simboli e le sue mascotte è diventato oggetto di NFT! 

I blocchi della blockchain di Ethereum diventano NFT

L’ultimo blocco della blockchain Proof-of-Work e il primo blocco della blockchain Proof-of-Stake di Ethereum sono diventati entrambi un NFT. Le blockchain sono registri immutabili di informazioni raggruppate in blocchi, i quali solitamente contengono un numero diverso di transazioni. I blocchi della blockchain di Bitcoin per esempio contengono circa 2000 transazioni, quelle di Ethereum meno, di solito dalle 300 alle 500.

Il brand NFT emergente Vanity Blocks ha creato l’NFT dell’ultimo blocco della Blockchain Proof of Work di Ethereum.

Il progetto VanityBlocks è nato per consentire agli utenti di riempire un blocco della blockchain di Ethereum con un sola transazione, per trasformarlo in NFT. Il blocco NFT diventa di proprietà di chi ha processato la transazione. Quanto è costato trasformare l’ultimo blocco della blockchain Proof-of-Work di Ethereum in un NFT? 30.5 ETH, circa 45.000 dollari. Ora l’NFT può essere acquistato sul marketplace OpenSea. L’offerta attuale è di 20 ETH, circa 27.000$. All’interno di questo NFT il team di Vanity Blocks ha deciso di scrivere una citazione dello scrittore statunitense Terence McKenna: “Prendete un impegno e la natura risponderà a quell’impegno rimuovendo gli ostacoli impossibili. Sogna il sogno impossibile e il mondo non ti schiaccerà, ma ti solleverà. Questo è il trucco”. Probabilmente un pensiero per sottolineare l’impegno e l’enorme lavoro di innovazione che ha dato vita a The Merge! 

Non solo l’ultimo blocco della blockchain Proof-of-Work di Ethereum è diventato un NFT ma anche il primo della blockchain Proof-of-Stake. Un utente è riuscito a effettuare una transazione sul primo blocco Proof-of-Stake pagando ben 36.8 Ethereum in gas fee, ovvero le commissioni che ogni utente paga per processare le transazioni su una blockchain. Le gas fee generalmente non sono così costose, in questa occasione la cifra si è alzata perché la blockchain era particolarmente congestionata, in altre parole molto attiva. L’NFT in questione rappresenta una pagina nera intitolata “The Transition” in cui sono presenti alcune informazioni come il chain ID, il numero di blocco, il timestamp, ovvero tutte informazioni e dati relativi alla transazione stessa, e sulla parte destra della pagina il disegno di un panda.

Il panda è diventato l’animale simbolo di The Merge sui social network. Anche il motore di ricerca Google, all’interno del widget per il countdown di The Merge ha inserito due orsetti, uno bianco e uno nero che corrono l’uno verso l’altro con l’obiettivo di diventare un panda una volta avvenuto l’aggioramento. Il panda è diventato un animale molto usato per raccontare The Merge in seguito all’usanza di rappresentare la “fusione” tramite le gestualità del cartone giapponese Dragon Ball Z. Invece che Goku e Vegeta in tutti i meme che rappresentavano The Merge a fondersi erano due orsi, uno bianco e uno nero, che avrebbero poi dato vita al panda. La particolarità dell’NFT del primo blocco del Proof-of-Stake è sicuramente il numero di blocco, il 15537394 quello con cui è stato attivato The Merge!

Le opere d’arte digitale di Beeple in onore di The Merge

Tutti i più influenti individui e progetti all’interno del Web3 hanno reso omaggio a The Merge. Oltre ai cosiddetti “addetti ai lavori”, sviluppatori e founder dei principali progetti crypto, anche gli artisti digitali si sono espressi per celebrare questo importante evento. Tra le varie opere d’arte prodotte spiccano sicuramente quelle di Beeple, dei primi e più influenti artisti in ambito NFT. Beeple, da ormai più di 10 anni, crea almeno un’opera d’arte al giorno. Nel 2020 ha deciso di trasformare le sue opere d’arte in NFT. La collezione che contiene le prime 5000 opere, chiamata Everydays è stata venduta a Febbraio 2021 per 69,4 milioni di dollari. Le opere d’arte digitale inerenti a The Merge create da Beeple fino ad oggi sono due. Una, intitolata “THE MERGE” e raffigura un’enorme riproduzione del simbolo di Ethereum in costruzione. L’NFT del logo di Ethereum è costruito in un materiale simile al diamante di colore viola. Il simbolo si trova all’interno di una specie laboratorio futuristico circondato da due braccia meccaniche che sembrano in procinto di ultimarlo. Questa opera d’arte rappresenta probabilmente l’ultimazione del processo di “fusione” e il cambiamento di algoritmo di consenso.

L’altra opera d’arte digitale invece si chiama “PROOF OF STAKE”, e raffigura un panda cyborg di grande dimensioni che si muove minaccioso all’interno di una miniera popolata da pietre che ricordano il simbolo di Ethereum. Le due opere mantengono le caratteristiche classiche degli NFT di Beeple, sono quindi entrambe ambientate in un universo distopico e psichedelico e restituiscono a chi le guarda emozioni contrastanti.

Altri Articoli

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store