News

Decentraland e The Sandbox: quali sono le differenze?

CR
Cosimo Rosario Di Martino

4 min

Decentraland vs The Sandbox differenze uomo seduto davanti a schermo

Il metaverso è sempre più affollato, ma Decentraland e The Sandbox sono le piattaforme più gettonate. Meglio SAND o MANA? Scopriamo le differenze!

L’idea di poter vivere una seconda vita virtuale è sempre stato il sogno di tutti. Decentraland e The Sandbox sono i più grandi e importanti metaversi in cui ci si può perdere, ma quali sono le differenze tra questi due videogiochi? Scopriamolo insieme!

Decentraland e The Sandbox: metaversi per tutti

Decentraland è un mondo virtuale online che si basa sulla piattaforma Ethereum, in cui si impersona un avatar 3D. Gli NFT sono fondamentali, perché permettono di possedere terreni (LAND) e altri oggetti come vestiti, scarpe e molto altro. Il token utilizzato per la maggior parte delle transazioni è MANA.

The Sandbox è un videogioco basato su Ethereum, nel quale gli NFT sono molto importanti. Comprare e possedere terreni (chiamati LAND come in Decentraland), così come altri oggetti di personalizzazione (dalle armi alle skin per il proprio avatar) passa attraverso i non-fungible token. Il token utilizzato è SAND.

Sembrano simili, ma Decentraland e The Sandbox hanno obiettivi diversi: entrambi vogliono diventare il metaverso più importante e gettonato. Quali sono le principali differenze? Vediamole nel dettaglio.

Decentraland, una seconda vita tra arte e moda

Genesis City, la mappa di Decentraland, è enorme: a partire dalla piazza centrale dove si atterra a inizio gioco, si ha a disposizione un mondo tutto da esplorare. I giocatori di Decentraland hanno la possibilità di costruire ciò che vogliono sul loro terreno, e possono rendere le loro creazioni visitabili dagli altri utenti in esplorazione. È inoltre possibile creare delle esperienze che vanno da gallerie d’arte NFT a concerti virtuali e feste.

Il team di Decentraland ha cercato partnership importanti per ampliare le offerte del proprio gioco e ha stretto accordi, ad esempio, con Atari e con la casa d’aste Sotheby’s. Proprio Atari ha creato un grande casinò a Vegas City, la zona di Genesis City ispirata a Las Vegas. Decentraland vuole diventare una piattaforma social di nuova generazione. “Viviamo già in un mondo virtuale, solo che ha una pessima interfaccia. Siamo ancora in 2D” ha detto alla NBC Sam Hamilton, capo della community della Decentraland Foundation.

Decentraland è un marketplace perfetto per gli utenti creativi. Gli NFT, infatti, sono sia un ottimo modo per i creator di monetizzare il proprio lavoro, sia un efficace metodo per personalizzare i propri avatar e dare loro una personalità, esattamente come nella vita vera. Tutto è regolamentato da una DAO, ovvero dalla community, ma anche dal Security Advisor Board (SAB), che si occupa di gestire la sicurezza del sistema.

The Sandbox: una piattaforma di giocatori, per giocatori

The Sandbox colpisce subito per la sua grafica pixellata e che ricorda il famoso Minecraft. Il nome, d’altronde, fa capire subito di cosa si tratta: di un videogioco di stile sandbox, dove i giocatori non sono costretti a seguire un percorso predefinito ma sono liberi di fare ciò che vogliono. The Sandbox è totalmente gestito dalla community e da ciò che gli utenti creano.

L’obiettivo del gioco è permettere agli utenti di creare autonomamente sfide, giochi e avventure sempre nuovi, dando opportunità a tutti di monetizzare i propri contenuti. Grazie al Game Maker e a VoxEdit, creare giochi e skin è semplice e non richiede di conoscere nessun linguaggio di programmazione. Tutti hanno la possibilità di diventare creator, per condividere le proprie passioni con la community.

Il team di sviluppo di The Sandbox ha stretto accordi con celebrità e grossi brand. Ci sono Snoop Dogg e Deadmau5, ma anche Atari, Hell’s Kitchen, Ubisoft e molti altri: il progetto è in continua espansione!

In The Sandbox il token principale è il SAND, che si può utilizzare per comprare appezzamenti di terreno. Sono disponibili poco più di 166.000 LAND nel gioco. Inoltre il supporto per gli NFT è completo, e nel marketplace sarà possibile comprare costumi, avatar e armi differenti per personalizzare il proprio personaggio.

La roadmap del team prevede anche l’istituzione di una DAO nel 2022, ossia di una governance completamente decentralizzata e automatizzata.

Manca davvero poco per provare tutto: la versione alpha di The Sandbox, che rimarrà aperta per 3 settimane, sarà lanciata il 29 novembre prossimo. Finalmente!

Decentraland e The Sandbox sono dei progetti simili ma che presentano anche delle grandi differenze. Mentre Decentraland è incentrato su una seconda vita virtuale, The Sandbox è una vera e propria piattaforma dove gli utenti possono creare giochi e dare vita a mondi fantastici. Quale dei due riscuoterà più successo? Solo il tempo ce lo dirà!

Altri Articoli

Prezzo Bitcoin: perché è salito? Anche Ethereum al rialzo
Mercato NFT di Novembre: scendono i prezzi ma si continua a comprare
Fantom crypto: il prezzo sale del 40% grazie a Andre Cronje

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store