News

Young Market: BTC e ETH dormienti in attesa delle Big Tech

FI
Filippo Iachello

5 min

Il prezzo di Bitcoin e Ethereum dopo l’aumento dei tassi della FED

Come sta andando il prezzo di Bitcoin e Ethereum? Abbiamo attraversato una settimana senza colpi di scena. I mercati aspettano le Big Tech?

Dopo le forti emozioni della scorsa settimana, il mercato crypto è tornato a stabilizzarsi. Nella scorsa puntata di Young Market abbiamo assistito al brusco movimento ribassista del prezzo di Bitcoin, provocato dalla pubblicazione dei dati sull’inflazione americana. Tale discesa ha portato il prezzo di Bitcoin a toccare 18.400 dollari. Nelle ore successive però, tra la fine di Giovedì 13 Ottobre 2022 e le prime ore di Venerdì 14 Ottobre 2022, Bitcoin ha incredibilmente recuperato, portandosi di nuovo in zona 20.000 dollari. Anche Ethereum ha disegnato più o meno lo stesso movimento sul suo grafico, recuperando più o meno gli stessi livelli di prezzo precedenti all’uscita dei dati sull’inflazione. Da quel momento in poi? Noia totale! Da Venerdì 14 Ottobre in poi il mercato crypto è sembrato congelato, probabilmente anche a causa dell’assenza di dati macroeconomici in uscita. Ma non perdiamoci d’animo e vediamo cosa è successo questa settimana al prezzo di Bitcoin ed Ethereum!

Il prezzo di Bitcoin è immobile, ma occhio ai dati trimestrali!

Il prezzo di BTC è stato stabile sui 19.000 dollari per tutta la settimana. L’ultimo movimento degno di nota è infatti avvenuto tra il 13 e il 14 Ottobre. In questi due giorni infatti, il prezzo di BTC ha toccato i 18.000 dollari, perdendo circa il 4.5% in appena due ore.

Grafico prezzo Bitcoin 20/10/2022

Nelle ore successive però, il prezzo di Bitcoin è stato investito da un’ondata di energia che gli ha permesso di effettuare un movimento rialzista vigoroso. Questo movimento, che è durato circa 13 ore, ha fatto segnare sul grafico di Bitcoin un +10%.

Grafico prezzo Bitcoin 20/10/2022

Da quel momento in poi, però, Bitcoin ha iniziato ad assomigliare ad una stablecoin con il prezzo “fissato” a 19.000 dollari. Durante tutta la settimana appena trascorsa infatti il prezzo di Bitcoin è stato incapace di effettuare movimenti decisi, ed ha continuato ad appoggiarsi sul supporto dei 19.000 dollari.

Grafico prezzo Bitcoin 20/10/2022

Non è la prima volta che BTC attraversa fasi simili a questa, che generalmente si risolvono in movimenti “violenti” verso il basso o verso l’alto. Un catalizzatore che potrebbe far uscire il prezzo di BTC da questa fase già la prossima settimana è la pubblicazione dei dati economici trimestrali delle Big Tech. Come abbiamo visto recentemente infatti, BTC è ancora molto correlato ai mercati tradizionali. Di conseguenza i dati trimestrali di Apple, Amazon, Facebook, Google e Microsoft, in uscita la prossima settimana, potrebbero influenzare fortemente il prezzo di Bitcoin.

Il prezzo di Ethereum segue quello di Bitcoin

Il prezzo di Ethereum continua a seguire quello di BTC. L’ultima volta che il grafico di Ethereum e quello di Bitcoin si sono allontanati l’uno dall’altra è stato in occasione dell’attivazione dell’aggiornamento The Merge il 15 settembre 2022. Il prezzo di Ethereum, questa settimana, ha continuato a muoversi in una fascia piuttosto ristretta, tra il supporto in zona 1.280$ e la resistenza fissata a 1.380$.

Grafico prezzo Ethereum 20/10/2022

Anche nel caso del prezzo di Ethereum  l’ultimo movimento “importante” è avvenuto tra Giovedì 13 Ottobre e Venerdì 14 Ottobre, in concomitanza della brusca oscillazione, prima a ribasso e poi a rialzo di BTC. Il prezzo di ETH in quella situazione è sceso fino a toccare quota 1.190$, recuperando però in fretta la zona più bassa del canale in cui si muove da metà Settembre 2022. 

Grafico prezzo Ethereum 20/10/2022

Le prossime settimane saranno decisive per Ethereum e Bitcoin

Tiriamo le somme. Nessuna decisiva novità per quanto riguarda i prezzi e i grafici di Bitcoin ed Ethereum. La situazione potrebbe però cambiare la prossima settimana, in occasione dell’uscita dei dati economici trimestrali delle Big Tech. Questi dati, a livello macroeconomico valgono tanto quanto quelli riguardanti l’inflazione, o quelli sui tassi di interesse dal momento che ci restituiscono un’idea sullo stato di salute del mercato. Anche il prezzo delle altcoin è rimasto pressoché immobile durante tutta la settimana. Nonostante questo però i team delle crypto “alternative” a Bitcoin proseguono nel loro sviluppo.   

In particolar modo Polkadot, che, nonostante la price action in linea con tutto il resto del mercato, sta lavorando incessantemente per migliorare il suo ecosistema. Il network di Polkadot ha infatti raggiunto questa settimana un record di attività di sviluppo, con circa 500 sviluppatori che ci lavorano ogni giorno.

Altri Articoli

Prezzo Bitcoin: migliore Gennaio da 10 anni
NFT: novità e dati del mercato di Gennaio
Fantom crypto: il prezzo fa +40% e il progetto si aggiorna

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store