News

Tutti i progetti NFT di Nike: il monopolio della moda digitale è suo 

EC
Elisa Campaci

4 min

Gli NFT di Nike su Polygon con la nuova piattaforma dotSWOOSH

Qual è il brand per eccellenza della moda del Web3? Nike, grazie ai suoi progetti NFT. Scoprili tutti in questo articolo!

Nike, secondo quanto emerso da un report di Messari, è il brand fashion più di successo del panorama NFT! Puma, Gucci, Tiffany e gli altri marchi di moda che si sono avventurati nel commercio di prodotti Web3, non sono riusciti neanche a impensierire l’azienda di Beaverton (Oregon), che gestisce attualmente più del 60% dei volumi di mercato del settore. 

I suoi progetti sono iniziati con l’acquisizione di RTFKT (si pronuncia “artifact”), una startup che produce capi di abbigliamento digitali per gli avatar dei metaversi, e ora continuano grazie a Polygon, che sta costruendo il marketplace NFT dotSWOOSH. Che ospiterà tutti i futuri progetti NFT di Nike compresi quelli realizzati dagli utenti più creativi della sua community! 

I primi progetti NFT di Nike e lo store digitale su Roblox

L’avventura digitale di Nike è iniziata a Novembre 2021, con l’acquisizione della startup RTFKT dedita a realizzare wearables in forma di token non fungibili. La prima collezione nata in quest’occasione è “CryptoKicks”, dei token non fungibili che raffigurano delle sneakers, ed è stata mintata su Ethereum. Inoltre il marchio sportivo nel 2021 ha aperto anche un negozio virtuale sul metaverso di Roblox, lo store Nikeland ha ospitato più di 7 milioni di visitatori nei suoi primi due mesi di vita. 

L’apice del successo per i progetti NFT di Nike in collaborazione con RTFKT è arrivato con la collezione CloneX, che ha registrato più di 850 milioni di dollari di volume, contribuendo al 65% dei ricavi delle due aziende del 2022. CloneX è una collezione di 20.000 NFT è stata disegnata interamente da Takashi Murakami, un artista conosciuto per il suo stile unico che fonde elementi pop alla tradizione artistica giapponese. Questi non fungible token sono degli avatar Web3 vestiti con abiti stilosi, già “pronti” per dettare i trend modaioli in tutti i più famosi metaversi. Il floor price (prezzo minimo a cui è possibile acquistarli) di questi NFT è subito schizzato alle stelle durante i giorni successivi al lancio, fino ad arrivare a toccare i 19 ETH ad Aprile 2022.

Secondo un report di Messari, le collezioni siglate RTFK hanno generato oltre 1,25 miliardi di dollari di volume e quasi 180 milioni di dollari di utili, consentendo a Nike di diventare il brand fashion più importante del mondo NFT. Ad oggi il settore della digital fashion è praticamente un monopolio con Nike che controlla più del 60% del mercato. 

Il brand di abbigliamento sta inoltre utilizzando la tecnologia blockchain per risolvere una delle problematiche che lo affliggono da sempre: la contraffazione dei suoi prodotti. In che modo? Grazie agli NFT che possono certificare l’autenticità dei prodotti IRL.

Il marketplace su Polygon: dotSWOOSH 

Come funzionerà dotSWOOSH (o “.SWOOSH”), la nuova piattaforma dedicata ai token non fungibili? La piattaforma è stata pensata come la casa di tutti i progetti NFT Nike relativi a diverse discipline e momenti della cultura sportiva. Nello specifico le creazioni digitali del brand sono i cosiddetti “wearables” ovvero abbigliamento e accessori per gli avatar dei videogiochi e del Metaverso. Su dotSWHOOSH quindi si potranno acquistare token non fungibili ma l’elemento di punta del progetto è la possibilità di creare i propri NFT in stile Nike e metterli in vendita percependo anche delle royalty. Con .SWOOSH, il marchio vuole espandere la sua definizione di sport e dare vita a una nuova generazione di sportivi. 

La piattaforma è disponibile dal 18 Novembre 2022 in versione beta, per essere testata da alcuni utenti selezionati provenienti da alcune aree strategiche degli Stati Uniti e dell’Europa, e sarà completamente attiva e disponibile a tutti nei prossimi mesi. Non è ancora stata annunciata la data precisa del go live, per ora si sa soltanto che verrà inaugurata con una collezione NFT creata insieme alla community. E tutto questo su Polygon

“L’ecosistema di Polygon continua a crescere ad un ritmo esaltante, che si tratti di DeFi, Gioco, NFT, adozione delle Big Tech o qualsiasi altra cosa”, questo il commento alla collaborazione di Sandeep Nailwal co-fondatore della blockchain di MATIC. Nailwal ha poi ribadito che questo genere di notizie sull’adozione delle criptovalute sono un segno che eventi come l’epilogo di FTX non avranno un impatto a lungo termine sul Web3. 

Il progetto dotSWOOSH è rimasto in sordina per qualche mese, lo scorso Maggio infatti Nike aveva comprato un dominio NFT su Ethereum Name Service: “dotswoosh.eth” per 19,72 ETH (all’epoca circa 35.000$). 

Il brand ha rilasciato in totale sedici diverse collezioni, tutte in collaborazione con RTFKT. Alcune di queste sono state vendute in modo “tradizionale” mentre altre sono state distribuiti ai membri della community attraverso degli airdrop. La casa di moda non sembra volersi fermare qui: gli NFT di Nike non hanno intenzione di mollare il loro primato nella digital fashion!

Altri Articoli

Cos’è una media mobile: il concetto spiegato
Mining Bitcoin: l’impatto dell’Halving
Luca Argentero 1 caffè

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store