Bitcoin

Per definizione Bitcoin è la prima criptovaluta della storia e anche la prima applicazione della tecnologia blockchain. Bitcoin è il nome della blockchain e della sua coin, per riferirsi a quest’ultima si può usare anche l’acronimo BTC. La storia di Bitcoin inizia nel 2008 quando Satoshi Nakamoto pubblicò online un documento in cui spiegava di aver creato un sistema di pagamento indipendente dalle banche, non vincolato dai limiti geografici e politici, resistente all’inflazione. L’identità di Nakamoto è sconosciuta, non si sa nemmeno se l’ideatore di Bitcoin sia un singolo o un gruppo di persone, ma la sua creazione ha rivoluzionato il sistema economico e tecnologico globale. Bitcoin, in poche parole, è un sistema di pagamento elettronico peer-to-peer, ovvero senza intermediari, e decentralizzato. 

Le origini di Bitcoin sono da rintracciare in almeno due elementi. Anche se Nakamoto ne è stato il realizzatore, le idee e i concetti alla base di Bitcoin erano condivisi da molti anche in precedenza, principalmente dai rappresentanti dei cypherpunk, un gruppo di attivisti per la privacy digitale. La tecnologia di base di Bitcoin, per l’appunto, è la crittografia che rende le transazioni pseudo-anonime: l’identità dei contraenti è sostituita da stringhe alfanumeriche. 

Inoltre, la storia di Bitcoin è strettamente legata al periodo storico in cui è stato concepito. Il 2008 è stato l’apice di una crisi economica mondiale che ha fatto perdere la fiducia nei sistemi finanziari: Bitcoin è nato come sistema economico alternativo, volendo essere il punto di partenza per costruire politiche monetarie diverse. 

Al momento Bitcoin è principalmente oggetto di trading, tuttavia per essere impiegato come moneta di scambio per le operazioni quotidiane, la blockchain di Bitcoin si appoggia a una rete di nodi decentralizzata e sua parallela, chiamata Lightning Network. Questo sistema permette di elaborare una grande quantità di transazioni in un arco temporale limitato. Per alcuni Bitcoin ha il potenziale per essere considerato un bene rifugio e viene per questo chiamato “digital gold” ovvero “oro digitale”. 

Dal punto di vista tecnico, la blockchain su cui si basa BTC si serve di un meccanismo di consenso Proof-of-Work. Dunque, i blocchi che compongono il registro condiviso delle transazioni vengono creati e validati attraverso il mining. Un Bitcoin, come tutte le criptovalute, è fungibile, quindi divisibile in unità più piccole. Nel caso di BTC queste parti di criptovaluta si chiamano “satoshi”: 1 satoshi corrisponde a 0,00000001 Bitcoin. Secondo il protocollo di Nakamoto, esistono solo 21 milioni di Bitcoin, alcuni dei quali ancora da minare. La scarsità di Bitcoin contrasta la sua inflazione: in quanto asset scarso, il valore di BTC dipende dalla legge della domanda e dell’offerta. 

Parole correlate

Cashback

Con cashback si intende un rimborso all’acquirente dopo una transazione.

Web3

Terza fase storica del web, durante la quale cambia il sistema economico e tecnologico di internet grazie agli strumenti offerti dalla blockchain.

Indirizzo del wallet

La sequenza di caratteri che identifica un wallet di criptovalute.

Stablecoin

Criptovalute ancorate al prezzo di un asset stabile come una valuta fiat o metallo prezioso.

Custodia

La gestione del proprio wallet conoscendone la chiave privata.

White paper

Documento tecnico e informativo usato dai progetti di criptovaluta per presentare la propria proposta tecnologica.

Wallet

Portafoglio digitale che permette di inviare, ricevere e custodire le proprie criptovalute.

Valuta virtuale

Termine usato nella legislazione italiana per definire le criptovalute.

Valuta fiat

Valuta a corso legale, ossia adottata ufficialmente da uno Stato.

Token

Unità digitale di valore basata su un protocollo di terzi.

Satoshi Nakamoto

Lo pseudonimo dietro cui si cela il creatore o gruppo di sviluppatori di Bitcoin.

Open-source

Un software open-source è pubblico e disponibile a chiunque per essere riutilizzato.

KYC

Procedura di verifica dell'identità richiesta dalle normative Europee agli exchange.

Hard Fork

Una divisione della blockchain data dall'incompatibilità della nuova versione del protocollo con quella precedente.

Hot Wallet

Un portafoglio digitale per criptovalute connesso a internet.

Halving

Il dimezzamento della ricompensa data ai miner per ogni validazione. Su Bitcoin avviene ogni 4 anni.

FinTech

Settore che unisce la finanza e la tecnologia, le cui imprese sviluppano servizi finanziari tecnologicamente innovativi.

Crittografia

Branca dell'informatica che studia i metodi per la comunicazione sicura.

Criptovaluta

Valuta virtuale basata sulla crittografia e sulla blockchain.

Coin

Criptovaluta nativa della blockchain su cui si basa.

Chiave pubblica

Codice crittografico che identifica un wallet sulla blockchain.

Chiave privata

Codice crittografico che dà accesso a un wallet.

API

Gli Application Programming Interface semplificano lo sviluppo di app e servizi web.

AML

Le normative anti-riciclaggio del denaro prevengono attività illecite negli exchange centralizzati.

Altcoin

Tutte le altre criptovalute arrivate dopo Bitcoin, come soluzioni alternative.

Algoritmo

Una procedura applicata per risolvere un determinato problema.

Exchange

Servizi che facilitano acquisto e vendita di asset digitali, come Bitcoin e cripto, in base ai prezzi di mercato giornalieri.

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store