Domanda e Offerta

La legge della domanda e dell’offerta spiega l’interazione tra i venditori di beni e servizi  ed i suoi acquirenti, descrivendone il comportamento. Questo paradigma pone le basi necessarie a comprendere le dinamiche di ogni mercato ed è essenziale per garantirne la salute ed il corretto funzionamento.

La domanda rappresenta la variabilità nella quantità di beni richiesta dai consumatori: il mercato è un luogo dinamico, dove più fattori incidono sui volumi di domanda e offerta. La determinante che più condiziona l’acquisto di un bene è il prezzo: valore che viene attribuito ad un prodotto o servizio e anch’esso variabile, perché soggetto al tasso di inflazione e al “costo del denaro” (tassi di interesse). La legge della domanda, a tal proposito, definisce la relazione tra quantità domandate e prezzo: la domanda relativa ad un preciso prodotto diminuisce all’aumentare del relativo prezzo; le variabili di quantità domandata e prezzo sono, pertanto, inversamente proporzionali.

La legge della domanda può essere rappresentata graficamente attraverso una funzione matematica: il grafico prende il nome di curva di domanda. Poiché l’abbassarsi del prezzo genera un aumento della domanda, la curva di domanda avrà una pendenza negativa.

Quali sono le tipologie di domanda che possiamo individuare?

  • La domanda individuale fa riferimento alla quantità di un preciso bene o servizio che un singolo compratore acquista ad un dato prezzo, in base alle proprie disponibilità economiche o alle proprie preferenze; non solo, l’acquisto considera anche il prezzo di beni complementari e surrogati.
  • La domanda di mercato, ossia la domanda complessiva di tutti gli acquirenti rispetto ad un determinato prodotto ottenuta facendo la somma di tutte le domande individuali.
  • La domanda aggregata rappresenta l’insieme delle domande di mercato, solitamente entro i confini di Stato, relative ad ogni bene e servizio. La domanda aggregata è utilizzata in macroeconomia per stimare il reddito nazionale di un determinato Paese al variare dei suoi prezzi.

L’offerta, l’altra forza di mercato, indica la quantità di un determinato prodotto o servizio che viene messa in vendita ad un certo prezzo e in un arco temporale specifico. Così come per la domanda, il prezzo rappresenta una delle variabili principali in grado di influire sull’andamento dell’offerta.

La legge dell’offerta spiega, infatti, la relazione esistente tra la quantità offerta e il prezzo, analizzando le influenze generate dal reciproco aumento o diminuzione. Secondo questo modello, all’aumentare della quantità offerta di un determinato bene o servizio si può notare un aumento del prezzo dello stesso prodotto. Le variabili di offerta e prezzo sono quindi direttamente proporzionali: per massimizzare il profitto, i venditori aumentano la disponibilità di prodotti al crescere del prezzo.

La curva di offerta è la rappresentazione grafica della relazione che intercorre tra l’offerta e il prezzo: poiché aumentano reciprocamente, la curva avrà una pendenza positiva

Possiamo individuare tre tipologie di offerta:

  • L’offerta individuale prende in considerazione un unico venditore che mette a disposizione un determinato bene economico in una certa quantità e ad un certo prezzo.
  • L’offerta di mercato (o complessiva), ossia la somma di tutte le offerte individuali di un certo prodotto
  • L’offerta aggregata, ossia l’insieme di tutte le offerte di mercato di ogni bene e servizio in un determinato territorio. In macroeconomia, questa è una stima del PIL (Prodotto Interno Lordo), l’indice dell’attività produttiva di uno Stato,

Il mercato è un ambiente dinamico e complesso, ma è possibile comprenderne il funzionamento di base confrontando le forze di domanda e offerta. Il mercato tende per natura alla stabilità, cercando l’equilibrio tra domanda e offerta: se la domanda di un prodotto è elevata, ma l’offerta non è in grado di soddisfare i bisogni dei consumatori, il relativo prezzo aumenta. Questo spingerà le aziende ad aumentare la produzione e quindi l’offerta di quel prodotto, per la maggior possibilità di profitto, finché domanda e offerta saranno di nuovo in equilibrio; il prezzo si adeguerà di conseguenza, diminuendo.

Viceversa, in una situazione in cui l’offerta è eccessiva, i venditori sono incentivati ad abbassarne il prezzo per incontrare la domanda.

L’equilibrio di mercato fa riferimento al livello in cui domanda ed offerta si equivalgono e può essere individuato del punto di intersezione tra le due curve nel grafico di domanda e offerta. 

Sovrapponendo le curve di domanda e offerta è possibile pertanto definire il prezzo di equilibrio: il valore che eguaglia la quantità offerta di un determinato bene e la quantità richiesta dai compratori in un determinato mercato, definita appunto quantità di equilibrio. Questo valore è in grado di mettere d’accordo sia i venditori che gli acquirenti, poiché soddisfa entrambi e quindi consente al mercato di trovare stabilità.

Parole correlate

Dividendo

Un dividendo è una quota di profitto distribuita periodicamente agli azionisti di una società come rendimento del loro investimento.

Diversificazione

La diversificazione è una strategia di investimento che include una varietà di asset per ridurre il rischio del portafoglio.

Drawdown

Il Drawdown calcola la perdita massima di un asset tra il picco e il punto più basso in un periodo, misurando il rischio di investimento.

Floor price

Il Floor price è il prezzo minimo a cui è possibile acquistare un asset in un mercato, particolarmente rilevante per gli NFT.

Bitcoin Dominance

Bitcoin Dominance è il rapporto percentuale tra il market cap di Bitcoin e il totale del mercato delle criptovalute.

Pair

Un Pair nel trading rappresenta la coppia di valute scambiate su un exchange, sia in ambito crypto che forex.

Price action

La Price action è l'analisi del movimento dei prezzi di un asset finanziario nel tempo per prevedere trend futuri.

Forza Relativa

La Forza Relativa è un grafico che mostra il confronto di performance tra due criptovalute, analizzando il loro andamento di prezzo relativo.

Bull Run

Una Bull Run è una fase di mercato con un trend rialzista prolungato, caratterizzata da ottimismo e aumento della domanda.

Rally

Un Rally indica un aumento rapido e improvviso nel prezzo di un titolo o indice di mercato, spesso guidato da un aumento della domanda.

Breakout

Un Breakout è la rottura di una resistenza o supporto in un grafico di prezzo, portando ad un incremento della volatilità e dei volumi.

Fakeout

Un Fakeout è una situazione di mercato dove l'andamento dei prezzi si discosta dalle aspettative iniziali, confondendo gli investitori.

Market Mover

Un Market Mover è un fattore in grado di influenzare significativamente l'andamento di un mercato e i livelli dei prezzi.

Fondi comuni di investimento

I Fondi comuni di investimento raccolgono capitali da vari investitori per investirli collettivamente in diversi asset.

Bear Trap

Una Bear Trap è un temporaneo calo dei prezzi in un mercato rialzista, che potenzialmente può trarre in inganno gli investitori.

Bull Trap

Una Bull Trap è un ingannevole movimento al rialzo del prezzo in un mercato ribassista, che può confondere gli investitori.

Volatilità

La volatilità indica l'ampiezza di variazione dei prezzi di uno strumento finanziario nel tempo, riflettendo il rischio di investimento.

Volume

Il Volume indica la quantità totale di moneta scambiata in un periodo di tempo specifico, riflettendo l'attività di mercato.

Trend di mercato

Il Trend di mercato indica la tendenza generale dei mercati finanziari a muoversi in una direzione specifica nel tempo.

Trading

Il Trading è l'attività speculativa di compravendita di asset finanziari per ottenere profitto, grazie alla loro oscillazione di prezzo.

Stop Order

Lo Stop Order è uno strumento di trading condizionato, che consente di acquistare o vendere quando i prezzi raggiungono un livello stabilito.

Slippage

Lo Slippage rappresenta la differenza tra il prezzo atteso e il prezzo effettivo di esecuzione di un ordine sul mercato.

Supporti e Resistenze

Supporti (S) e Resistenze (R) sono termini di analisi tecnica usati per indicare i livelli di prezzo dove un asset cambia direzione.

ROI

ROI (Return on Investment) misura il rendimento di un investimento, calcolando il rapporto tra il guadagno netto e il costo iniziale.

Pump&Dump

Il Pump and Dump è una tattica di mercato ingannevole che gonfia il prezzo di un asset per poi venderlo a un prezzo maggiorato.

Prediction Market

I Prediction Market sono mercati speculativi dove si scambiano previsioni su eventi futuri, spesso con impatto finanziario.

Order Book

L'Order Book è l'elenco di tutti i prezzi a cui i trader sono disposti a scambiare una certa quantità di criptovaluta su un exchange.

Oracolo

Un Oracolo è un servizio che fornisce dati esterni alle blockchain, essenziale per la funzionalità degli smart contract.

Moon

To the moon è un'epsressione usata dai trader di criptovalute per indicare una criptovaluta il cui prezzo cresce molto velocemente.

Market Order

Un Market Order (ordine di mercato) è un ordine di acquisto o vendita istantaneo al miglior prezzo attualmente disponibile.

Market Maker

I Market Maker sono intermediari che comprano e vendono grandi quantità di un asset per facilitarne la liquidità.

Market Cap

Il Market Cap (capitalizzazione di mercato) rappresenta il valore complessivo di tutte le monete in circolazione di una criptovaluta

Limit Order

Un Limit Order è un ordine di acquisto o vendita eseguito solo quando il prezzo della criptovaluta raggiunge il valore impostato.

Futures

I Futures sono contratti finanziari che stabiliscono la vendita o l'acquisto di un asset a un prezzo predeterminato in una data futura.

FUD

FUD (Fear, Uncertainty and Doubt) rappresenta un atteggiamento negativo nel mercato, spesso causando vendite guidate dal panico.

Disponibilità circolante

La disponibilità circolante è la quantità di una criptovaluta o token che è attualmente in commercio e disponibile al pubblico.

Forex

Il Forex è il mercato globale per il trading di valute fiat, operante 24 ore su 24 e considerato il più grande mercato finanziario.

FOMO

FOMO (Fear Of Missing Out) descrive la paura di perdersi un'opportunità, termine comune nel trading, specialmente nelle criptovalute.

ETF

Gli ETF sono fondi di investimento che replicano l'andamento di un indice di mercato, offrendo una gestione passiva dell'investimento.

Buy Wall e Sell Wall

Buy Wall e Sell Wall indicano rispettivamente un alto numero di acquisti o vendite richiesti a un certo prezzo.

Bull Market

Un Bull Market è una fase di mercato caratterizzata da un trend rialzista, dove i prezzi degli asset tendono a salire.

Break-Even Point

Il Break-even point è il punto in cui i costi totali e i ricavi di un'attività si equivalgono, non generando né perdite né profitti.

Bid e Ask

Nel trading, Bid e Ask rappresentano rispettivamente i prezzi di acquisto e di vendita offerti per un asset nell'order book.

Benchmark

Un benchmark è uno standard di riferimento utilizzato per misurare la performance di strumenti finanziari o mercati.

Bear Market

Un Bear Market è una fase di mercato con trend ribassista, caratterizzata da un generale calo dei prezzi degli asset.

ATH e ATL

ATH (All-Time High) e ATL (All-Time Low) indicano rispettivamente il prezzo massimo e minimo storico raggiunto da una criptovaluta.

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store