Dominio NFT

Un dominio NFT (Non-Fungible Token, letteralmente “Token non Fungibile”) è un dominio internet basato su tecnologie blockchain. 

Un nome di dominio tradizionale identifica in maniera semplificata un indirizzo IP (acronimo di “Internet Protocol”), un codice numerico che distingue i vari dispositivi connessi ad internet, come i client o server. L’ICANN (acronimo di “Internet Corporation for Assigned Names and Numbers”) è l’ente internazionale che si occupa di attribuire un indirizzo IP univoco ad ogni dispositivo connesso alla rete. 

Proprio come il codice IP, anche il nome di dominio deve essere unico e riconducibile ad un contenuto specifico su Internet. Il Domain Name System (DNS) è il sistema che traduce gli IP in domini, attribuendo ad ogni server un nome di dominio unico. Generalmente i nomi di dominio sono composti da parole e numeri facilmente ricordabili. Un esempio di dominio è youngplatform.com

La differenza principale tra un dominio classico ed un dominio NFT risiede nella decentralizzazione di quest’ultimo: i domini su blockchain non sono gestiti da intermediari o altre entità centralizzate e non si avvalgono del Domain Name System per l’attribuzione del proprio nome di dominio. I domini NFT, infatti, vengono creati e gestiti attraverso gli smart contract, software sviluppati su blockchain che consentono l’automatizzazione e la decentralizzazione dei processi. I domini NFT sono prodotti digitali unici che non possono essere riprodotti, plagiati o rubati. Chi li possiede li conserva nelle stesse applicazioni usate per custodire le criptovalute, i wallet. 

Come ogni altro NFT o criptovaluta, infatti, i domini su blockchain possono essere acquistati, venduti e scambiati, anche su marketplace secondari. 

All’interno di questi domini, gli utenti detengono il pieno controllo delle attività e dei contenuti condivisi, senza essere sottoposti a censura o a limitazioni. Avere un dominio NFT apre a diverse possibilità. Per esempio, può svolgere la funzione di URL (acronimo di “Uniform Resource Locator”), ovvero una sequenza di lettere e punteggiatura che consente di identificare in modo univoco una pagina su internet e che talvolta può essere utilizzata come indirizzo web (come youngplatform.com/blog). Nel caso dei domini NFT, per l’indirizzamento alla pagina corrispondente si utilizza il protocollo IPFS (acronimo di “InterPlanetary File System”): un network di nodi che svolge le funzioni di archiviazione e condivisione di contenuti in modo decentralizzato, al fine di renderli disponibili presso i domini NFT. 

Un dominio su blockchain può anche costituire un indirizzo wallet e può essere utilizzato per accedere e registrarsi su applicazioni decentralizzate (dApps) in modo più semplice. Un indirizzo wallet, infatti, è generalmente composto da una lunga sequenza di numeri e lettere, che ben si presta ad errori di battitura o dimenticanze: il dominio NFT viene utilizzato per attribuire un nome user friendly al proprio wallet, riducendo i possibili errori proprio perché più comprensibile e memorizzabile. 

La tecnologia blockchain conferisce ai domini NFT sicurezza e un maggiore controllo sulla protezione dei dati degli utenti: essendo questi domini decentralizzati, e quindi senza l’intermediazione di una società preposta, gli utenti rivendicano il possesso degli elementi in essi contenuti e non possono essere sottoposti a pratiche di censura o ban.

Parole correlate

Minting

Il minting è il processo di registrazione e creazione di nuovi asset digitali, come i token o gli NFT su blockchain.

Metaverso

Piattaforma digitale in cui gli utenti prendono parte a esperienze condivise, immersi in un ambiente virtuale online, basato talvolta su blockchain

Pure Proof-of-Stake

Variante del Proof-of-Stake in cui i validatori sono scelti casualmente e anonimamente grazie alla funzione VRF.

Liquid Proof-of-Stake

Variante del Proof-of-Stake in cui i token non sono bloccati in staking ma liquidi.

Delegated Proof-of-Stake

Variante del Proof-of-Stake che prevede il trasferimento del proprio stake a delegati che svolgono il ruolo di validatori.

Stake

Importo complessivo di criptovalute in staking.

Staking Pool

Unione delle criptovalute di più persone in staking con lo scopo di aumentare le ricompense.

Cold Staking

Tipologia di staking che prevede l’utilizzo di un cold wallet.

Blockchain

Tecnologia basata sulla crittografia che permette l'esecuzione decentralizzata e priva di censura di qualsiasi tipo di transazione.

Network

L'insieme dei computer connessi tra loro, detti nodi, su cui appoggia la blockchain di una determinata criptovaluta.

Transazioni al secondo (TPS)

Letteralmente 'transazioni al secondo', è la misura della velocità di una blockchain.

Transazione

Scambio di valore, proprietà o dati tra due parti.

Shard

"Frammenti" di blockchain che operano in parallelo.

Proof-of-Work

Un meccanismo di consenso basato sulla potenza di calcolo per poter contribuire alla blockchain.

Proof-of-Stake

Un meccanismo di consenso basato sul mettere in gioco delle criptovalute per poter contribuire alla blockchain.

Nodo

Device connected to a blockchain and participating in its network.

Off-chain

Transazione che non viene eseguita sulla blockchain.

On-chain

Qualsiasi processo eseguito sulla blockchain.

Mining Pool

Un'azienda che basa il suo modello di business sul mining, raccogliendo un ampio numero di potenti dispositivi.

Mining

Il processo di aggiunta di nuovi blocchi alla blockchain e creazione di nuovi bitcoin da parte dei miner.

Meccanismo di Consenso

Un modo decentralizzato di validare le transazioni su blockchain.

Hash

La funzione crittografica che identifica i blocchi della blockchain.

Governance

Nel settore delle criptovalute indica il modo e le regole secondo i quali vengono governati i progetti e le blockchain.

Fee

Commissione pagata per l'esecuzione di transazioni.

Double Spending

Possibilità per un malintenzionato di spendere due volte lo stesso importo se il sistema di pagamento non ha un meccanismo che lo impedisce.

DoS

Il Denial of Service è un attacco informatico che ha l'obiettivo di rendere inaccessibile una rete o un servizio.

DLT

Le Distributed Ledger Technology sono tecnologie basate su un registro immutabile di transazioni, il cui controllo è distribuito.

Decentralizzato

Si dice di un sistema governato tramite il consenso dei suoi partecipanti e senza un'autorità centrale o una gerarchia.

Cold Wallet

Portafogli per criptovalute non connessi a internet

Bridge

Nella tecnologia blockchain, è una connessione che permette l'interazione tra diverse blockchain.

Bolla finanziaria

Aumento del valore di un bene o strumento finanziario, in modo eccessivo rispetto al suo valore intrinseco.

Blocco di genesi

Il primo di una blockchain, a volte indicato come blocco 0. Quello di Bitcoin risale al 3 gennaio 2009.

Blocco

Un insieme di transazioni criptate che, in sequenza con altri blocchi, costituisce una blockchain.

Blockchain explorer

Permette di consultare qualsiasi transazione su blockchain online.

Interoperabilità

La capacità di scambiare dati con altre piattaforme, comprese quelle basate su diversi tipi di blockchain, così come con il mondo off-chain.

ASIC

Nel processo di mining, gli ASICs sono dispositivi solitamente progettati per una singola criptovaluta.

Altezza dei blocchi

Il numero di blocchi presenti in una blockchain a partire dal blocco di genesi.

51% Attack

Quando un nodo o gruppo di nodi tenta di prendere il controllo su una blockchain, come quella di Bitcoin o altre criptovalute.

Fan Token

I Fan Token sono utility token che consentono alle squadre sportive di entrare in contatto con i propri tifosi.

Wallet Multisig

Un wallet multisig è una tipologia di portafoglio crypto che richiede due o più chiavi private per effettuare transazioni.

Wallet Custodial

Una tipologia di portafoglio crypto in cui terze parti custodiscono le chiavi private del proprietario.

Scarica l’app Young Platform

Downaload From Google PlayStoreDownaload From Apple Store